Nel libro duodecimo dell'opera blasonica si parla di un certo Pietro Biozzo Biozzi, patrizio veneto nativo di Geregnano nel Regno Lombardo Veneto, che nel XIII secolo "combattè per tre lustri in favore dei romani vincendo la real bandiera a Granata, in Spagna, poscia pervenuto al grado di maggiore colonnello rimpatriò lasciando due figli colonnelli, il primo nomato Valentino a Concadirame ed il secondo Domenico a Fielso".

Tali discendenti rivestirono primarie cariche nei governi a Firenze, a Roma e nella Romagna. Sul principio del secolo XVI i discendenti di Valentino Biozzi lasciarono la patria andandosi a stabilire a Pescia e in Romagna, mentre i sette figli di Domenico Biozzi "per l'Italia diramaronsi".

La prima traccia che abbiamo poi della famiglia si legge nel catasto Toscano - Giornale di Campagna 1829 dove un certo Don Paolo fu Giuseppe Biozzi sembra che già risiedesse in un palazzetto in via Manin 4 a Bagno di Romagna.
Un ritratto di Giuseppe Biozzi.
Null'altro è stato ritrovato dall'attuale padrona di casa se non un considerevole numero di lettere indirizzate, tra il 1860 e il 1880, al suo trisavolo Giuseppe Biozzi, notaio, da Giuseppe Garibaldi, Benedetto Cairoli allora Presidente del consiglio dei Ministri, lo scrittore e politico F.D. Guerrazzi e molti altri patrioti di quel tempo appartenenti alla Giovane Italia.
La ricevuta di una donazione di 3 lire a Giuseppe Garibaldi.
Casa Biozzi dovrebbe avere però origini ben più antiche, fin dal XVII secolo. Lo deduciamo dalla data 1666 impressa sopra un mattone del pavimento in cotto della cucina del piano nobile, nonchè dallo stemma che appare sull'antico camino e sul bugnato che incornicia il portone al piano terra.
Il mattone con impressa la data 1666 e lo stemma della famiglia Chigi.
Detto stemma, sei montagne e una stella, apparterrebbe alla famiglia Chigi e più specificatamente a Papa Alessandro VII Chigi, che visse in quel periodo, morendo nel 1667.

Dopo il restauro del portone è apparsa l'impronta di un'antichissima croce bizantina che fa pensare a un ordine religioso che forse ha risieduto in tempi remoti nell'immobile. Gli esperti ci dicono che l'impianto del vano scale a piano terra ricorda quello di un cortiletto interno sul quale si sarebbero affacciate delle piccole celle tutte attorno.

Il nonno della padrona di casa sosteneva di aver avvertito più di una volta, nelle fredde e silenziose notti d'inverno, fruscii di vesti e un bisbigliare come di preghiere a più voci.
Il Comm. Giuseppe Biozzi.
Il Comm. Giuseppe Biozzi non era certo facile agli scherzi, nè portato a dare ascolto alle fantasie popolari. Uomo di spiccata intelligenza, integerrimo, godeva della stima di Re Vittorio Emanuele III.

Laureato in agraria, era stato nominato segretario del Ministro dell'Agricoltura, Industria e Commercio nel 1908, quindi inviato a Tripoli con la carica di Direttore degli Affari Economici della Tripolitania.

C'è da pensare che dicesse il vero! Comunque gli ospiti di oggi potranno sempre verificarlo, appoggiando l'orecchio contro gli austeri muri della casa e chissà che quei bisbigli non trasmettano loro qualche segreto messaggio!?

Oggi Casa Biozzi è completamente ristrutturata. L'appartamento padronale, situato al primo piano, è abitato dalla famiglia Biozzi prevalentemente nel periodo estivo e nei momenti di vacanza.

Al secondo piano sono situati invece due deliziosi appartamenti che è possibile affittare. Scoprite di più rispetto a questa opportunità consultando la sezione "Appartamenti" di questo sito.
Alcune immagini dell'appartamento padronale di Casa Biozzi (non affittabile) e di alcuni documenti storici appartenenti alla famiglia Biozzi. Clicca sulle immagini per vedere la foto ingrandita.
Cucina padronale
La cucina caratterizzata dal grande camino e dal soffitto con travatura a vista. (Appartamento non affittabile).
Altra vista cucina padronale
Un'altra vista della cucina. (Appartamento non affittabile).
Salotto dei Putti
Il Salotto dei Putti l'ambiente principale dell'abitazione. (Appartamento non affittabile).
Altra vista sala padronale
Un'altra vista del salotto padronale. (Appartamento non affittabile).
Studio padronale
Lo studio reso particolarmente caldo e accogliente dalla combinazione del pavimento in cotto e del soffitto a cassettoni in legno. (Appartamento non affittabile).
Entrata
Entrata di servizio di Casa Biozzi.
Documento storico
L'archivio di famiglia ricco di interessanti documenti storici. In questa immagine il libro duodecimo dell'opera blasonica.
Casa Biozzi - Appartamenti storici in affitto nel cuore d'Italia - CF. BZZPRZ44P42H501L
Via Manin, 9 - 47021 Bagno di Romagna (FC)
Informazioni & Prenotazioni: Cell. +39 338 6968039 | Tel. +39 0543 911318 | +39 06 90625933